Seleziona Pagina

MINORITY REPORT, LA SERIE TELEVISIVA (2015)

MINORITY REPORT, LA SERIE TELEVISIVA (2015)

Succede sempre più spesso che da film di successo vengano tratte serie televisive. Di solito si tratta di operazioni che prendendo spunto dalla pellicola cinematografica, cercando nel contempo di sfruttarne la popolarità, raccontano altre storie o variazioni sul tema. Meno spesso accade che la serie sia il sequel ufficiale del film, cioè che riprenda la storia là dove si era interrotta sul grande schermo. Nell’ambito fantastico, come prodotto che andava in questa direzione mi viene in mente Starman, serie andata in onda tra il 1986 e il 1987 e che rappresentava il sequel televisivo dell’omonimo film di John Carpenter del 1984. Oppure, più recentemente, Limitess (2015-2016), dal film omonimo del 2011 di Neil Burger, e la scatenata Ash vs Evil Dead (2015-2018), continuazione della nota saga orrorifica di Sam Raimi degli anni Ottanta. Minority Report, la serie, ha rappresentato uno di questi rari casi.

Creata da Max Borenstein, autore noto per gli script di Godzilla (2014) e Skull Island (2017), la serie è ambientata undici anni dopo gli eventi narrati nel film omonimo diretto da Steven Spielberg nel 2002. Lo stesso regista risulta tra i produttori esecutivi insieme a Justin Falvey e Darryl Frank.

Minority Report, il film, era liberamente tratto dal racconto di Philip K. Dick Rapporto di minoranza (The Minority Report, 1956). Come succede spesso nelle trasposizioni dell’autore californiano, anche la pellicola di Spielberg è abbastanza infedele al testo, accentuando l’aspetto investigativo a d’azione della storia, indagando le vicende personali del protagonista, un poliziotto interpretato da Tom Cruise, e lasciando sullo sfondo l’inquietante quesito dickiano sul libero arbitrio e sulla libertà individuale.

i protagonisti della serieIl film si chiudeva con la chiusura dell’Unità Pre-Crimine, una sezione della polizia deputata a prevenire i crimini grazie alle visioni dei precog. Si trattava di tre individui dotati di poteri di precognizione praticamente condannati, per un presunto bene superiore, a vivere da otto anni in vasche di privazione sensoriale immersi nel latte e con la mente collegata a un computer. Liberati, Agatha, la più potente, e i gemelli Dash (Dashiell) e Arthur, si trasferiscono su un’isola lontana dalla civiltà e, soprattutto, da altre menti umane. La loro capacità di prevedere il futuro delle persone che gli stanno intorno non si è infatti affievolita, una volta staccati dai macchinari, e per loro vivere in mezzo alla gente diventerebbe un incubo continuo.

minority report seriesUndici anni dopo i tre si sono separati. Agatha vive ancora nascosta e isolata, Dash è invece andato in giro per il mondo alla ricerca del gemello Arthur, che li aveva abbandonati tempo prima. Continuamente tormentato da visioni di crimini, il ragazzo decide infine di aiutare la detective Lara Vega nella risoluzione di vari casi criminali. I suoi poteri, però, sono strettamente connessi con quelli del gemello. Senza di lui gli mancano alcuni dati fondamentali per prevenire efficacemente i crimini. Questa collaborazione, inoltre, deve avvenire al segreto delle autorità, perché c’è ancora gente al governo che vorrebbe sfruttare a ogni costo il dono dei precog.

Del cast originale, solo Daniel London riprende il personaggio di Wally, il custode dei tre all’Unità Pre-Criminie che nella serie, rimasto profondamente legato ai precog, aiuta Dash nell’analisi delle sue visioni per la risoluzione dei casi. William Mapother, cugino di Tom Cruise nel film originale che interpretava il portiere di un hotel, nella serie compare in un paio di episodi ma in un tutt’altro ruolo. Cambiano invece gli interpreti dei tre dotati: Dash (Matthew Dickman nel film) è interpretato da Stark Sands, inizialmente scritturato anche per impersonare il gemello Arthur, ruolo poi andato a Nick Zano (nel film Michael Dickman, reale gemello di Matthew); Agatha è invece interpretata da Laura Regan (Samantha Morton nel film). Gli altri interpreti ricorrenti sono: Meagan Good, nel ruolo della detective Vega; Li Jun Li in quello di Akeela, tecnico della polizia forense e migliore amica di Vega; Wilmer Valderrama nel ruolo del tenente Will Blake, capo del distretto di polizia.Minority Report, la serie TV

I primi episodi della serie cominciarono ad andare in onda nel settembre del 2015 ma a causa dei bassi ascolti ottenuti dai primi episodi, la Fox ridusse da tredici a dieci gli episodi della prima stagione e in seguito cancellò definitivamente la serie. Sostanzialmente non si trattava di una brutta serie, ma non offriva niente di nuovo in un panorama televisivo superaffollato e altamente competitivo. Era in pratica un procedural poliziesco futuristico, con il caso della settimana da risolvere e una blanda trama orizzontale. Cliché e banalità varie fecero il resto. A proposito di polizieschi, i tre precog hanno tutti il ​​nome di famosi scrittori di gialli: Agatha Christie, Dashiell Hammett e Arthur Conan Doyle.

In Italia è andata in onda sul canale satellitare Fox dal 13 luglio al 24 agosto 2016. In DVD è disponibile solo in lingua originale.

Il film

Minority Report (USA 17/6/2002; Italia 27/9/2002)

Regia: Steven Spielberg.
Sceneggiatura: Scott Frank e Jon Cohen dal racconto di Philip K. Dick Rapporto di minoranza (The Minority Report, 1956).
Cast: Tom Cruise, Colin Farrell, Samantha Morton, Max von Sydow, Steve Harris, Neal McDonough, Patrick Kilpatrick, Jessica Capshaw, Anna Maria Horsford, Daniel London, Michael Dickman, Matthew Dickman.
Paese: USA
Durata: 146’
Trama: Washington 2054, un’unità speciale di polizia, la Pre-Crime, è in grado di arrestare gli assassini prima che commettano il crimini. Ciò avviene grazie ai precog, tre individui capaci di prevedere il futuro. Un ufficiale di quell’unità è lui stesso accusato di un futuro omicidio. Inseguito dai suoi ex-colleghi, toccherà a lui indagare per scagionarsi e scoprire cosa c’è dietro tutta l’organizzazione dell’unità.

Il film

La serie TV

Creato da: Max Borenstein.
Scritto da: Thomas Wong (3 episodi), Kevin Falls (2), Greg Borenstein (1), Lana Cho, Shalisha Francis, Anna Fricke, Sean Hennen, Matt McGuinness.
Cast: Meagan Good, Stark Sands, Nick Zano, Laura Regan, Li Jun Li, Wilmer Valderrama, Daniel London, Reed Diamond.
Paese: USA.   
Numero episodi: 10
Durata episodio: 44’ circa.

Episodi (accanto al titolo italiano è riportata la data della prima messa in onda italiana, tra parentesi il titolo e la data di trasmissione originale):

1.01 Salvare il futuro 13/7/2016 (Pilot, 21/9/2015)
Regia: Mark Mylod.
Washington 2065, Dash, uno dei precog liberati alla fine del film, è perseguitato da visioni di omicidi ma senza il fratello gemello gli mancano alcuni elementi per prevenirli. È aiutato dalla detective Lara Vega, in gran segreto dai suoi superiori. Il primo caso riguarda la morte della moglie di un politico.

1.02 Signor bravo ragazzo 20/7/2016 (Nice Guy, 28/9/2015)
Regia: Greg Beeman.
L’indagine riguarda l’omicidio di una ragazza, l’assassino è uno dei suoi spasimanti. Nel mentre Dash continua a cercare di mettersi in contatto con il fratello.

1.03 Occhio di falco 27/7/2016 (Hawk-Eye, 5/10/2015)
Regia: Allan Arkush.
Un nuovo programma di polizia, Hawk-Eye, monitora i comportamenti sospetti per prevedere i crimini. Vega vorrebbe che Dash sia assunto come analista del programma così da poter avere un accesso più libero alle informazioni della polizia. Intanto, trovato il fratello Arthur, Dash sospetta che nasconda qualcosa.

1.04 Presunta omicida 3/8/2016 (Fredi, 12/10/2015)
Regia: Olatunde Osunsanmi.
Dash indaga su una donna sospettata di aver  ucciso gli assassini di sua sorella ma sviluppa dei sentimenti verso la donna. Anche Aghata, la precog più anziana che abita ancora sull’isola dove si era rifugiata alla fine del film, sembra star perseguendo un piano.

1.05 Buon compleanno, Vega 10/8/2016 (The Present, 19/10/2015)
Regia: David Straiton.
L’oggetto della visione di Dash in questo episodio è la detective Vega stessa. La cosa sembra legata all’omicidio del padre avvenuto anni prima.

1.06 Vecchi ricordi 10/8/2016 (Fiddler’s Neck, 26/10/2015)
Regia: Nick Hurran.
Sull’isola dove sono andati i precog dopo essere stati rilasciati, Dash e Arthur cercano di aiutare una ragazza malata. Sebbene la tecnologia moderna possa salvarla, la comunità in cui vive  ne rifugge l’uso.

1.07 Rispetto tra ladri 17/8/2016 (Honor Among Thieves, 2/11/2015)
Regia: Sarah Pia Anderson.
Dash da solo cerca di indagare su un omicidio ma viene rapito. Il detective Vega deve intervenire e chiede aiuto ad Arthur che può sfruttare le sue connessioni della malavita ma è riluttante a farlo. Durante l’episodio, in flashback vengono rivelati dettagli su quello che è successo durante i primi mesi di libertà di Agatha, Arthur e Dash.

1.08 Il sogno americano 17/8/2016 (The American Dream, 16/11/2015)
Regia: Adam Kane.
L’ultima visione di Dash porta i due protagonisti a indagare nel sud del paese. Intanto il tenente Blake scopre che Dash è un precog.

1.09 Memento Mori 24/8/2016 (Memento mori, 23/11/2015)
Regia: Olatunde Osunsanmi.
La Defense Intelligence Agency è sulle tracce dei precog. Blake, pur sapendo, nega di fornire all’agenzia informazioni per la loro cattura. Arthur decide di prendere in mano la situazione per evitare il peggio. Nel frattempo, Dash ha la visione di un assassinio politico.

1.10 L’attacco 24/8/2016 (Everybody Runs, 30/11/2015)
Regia: Greg Beeman.
I precog e Vega devono cercare di contrastare un attacco chimico dell’organizzazione terroristica luddista Memento Mori. Nel frattempo, Blomfeld, l’ex vicedirettore della Pre-Crime, è determinato a riportare i tre nel bagno del latte per scopi privati.

L'Autore

Roberto Azzara

(Caltagirone, 1970). Grande appassionato di cinema fantastico, all'età di sette anni vide in un semivuoto cinema di paese il capolavoro di Stanley Kubrick “2001: odissea nello spazio”. Seme che è da poco germogliato con la pubblicazione del saggio “La fantascienza cinematografia-La seconda età dell’oro”, suo esordio editoriale. Vive e lavora a Pavia dove, tra le altre cose, gestisce il gruppo Facebook “La biblioteca del cinefilo”, dedicato alle pubblicazioni, cartacee e digitali, che parlano di cinema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *