Seleziona Pagina

LE POTENTI CITAZIONI DI WALDEMAR KAZAK – FANTAIMMAGINE

LE POTENTI CITAZIONI DI WALDEMAR KAZAK – FANTAIMMAGINE

Oggi si parla di un contemporaneo russo, Waldemar Kazak (o Waldemar von Kozak). Quando ho visto le sue illustrazioni non ho potuto fare a meno di pensare a un numero di Fantaimmagine dedicato a lui. Le sue immagini sono potenti.
Ma il motivo non è quello che si potrebbe dedurre a un primo impatto: Kazak non ha sviluppato uno stile suo, non è originale, ma è tecnicamente un mostro di virtuosismo.
La sua grandezza sta nella bravura con cui sa replicare gli autori del passato, ed è insieme il suo difetto, poiché dal passato non trae ispirazione, ma si limita a citarlo.
Vediamolo direttamente attraverso i suoi lavori. Faremo un viaggio nel passato.

Clarkesworld Magazine, n. 88, January 2014

Ecco l’immagine in alta risoluzione della copertina di Clarkesworld Magazine, N. 88, rivista mensile di fantasy e fantascienza statunitense, fondata nel 2006.

Waldemar Kazak

Qui invece il numero 114…

Clarkesworld Magazine, n. 114, March 2016

… e l’immagine originale.

Waldemar Kazak

“We are the robot”

Waldemar von Kozak, o Waldemar Kazak, è un disegnatore russo nativo di Tver la cui vasta produzione tocca anche l’immaginario fantascientifico e quello fantastico in generale.
Le sue tematiche sono sociali e a volte politiche, ma si espandono anche ai rapporti interpersonali o alla relazione tra uomo e donna, spesso sfociando nell’apertamente sessuale. Molte delle sue illustrazioni, infatti, sono sensuali, forti o trasgressive, senza mai sfondare nel volgare o nel gratuito.
Il disegnatore ha cominciato la sua carriera come designer pubblicitario, per poi tornare al suo amore principale, cioè il disegno e l’illustrazione.

Di seguito alcune sue illustrazioni di stretto immaginario fantascientifico.

Waldemar Kazak

Astrofood

I’m back mom

Waldemar Kazak

Bad Moon (Benvenuti sulla Luna)

Titolo sconosciuto

Waldemar Kazak

Fake sci-fy. Part of a-large calendar for the factory of trailer

House monster

Metal funny robots

Waldemar Kazak

Nazi flying disks

Planet of steel

Waldemar Kazak

School of robots

Ufo

Waldemar Kazak

Titolo sconosciuto

Anche a voi sono tornate in mente un mare di cose?
Come avete potuto vedere e vedrete, il suo virtuosismo trae ispirazione da vari periodi storici artistici o da alcuni artisti in particolare: a volte è esplicitamente surrealista, in altre riprende un’iconografia anni Sessanta, le sue macchine hanno un sapore rétro tipiche dello scenario steampunk. Certe sue prospettive provengono pari pari dal francese Jean Giraud, al secolo Moebius, e alcune inquadrature realistiche dallo statunitense Norman Rockwell. Ci sono perfino elementi Belle Époque, Art Nouveau, Art Deco, senza voler menzionare particolari che si rifanno alle avanguardie storiche della prima metà del Novecento.
Spesso si passa da un tratto graffiante ed esagerato che evidenzia un intento marcatamente grottesco, a uno ironico volutamente lezioso per ridefinire un quadro sociale o personale che nasconde il tragico. Oppure la sfumatura mitologica o fiabesca evidenzia una denuncia che riguarda l’oggi. Quando i toni sono dark, oscuri, il gioco di chiari e ombre crea atmosfere inquietanti. Su tutto un sapiente gioco anatomico o di architetture che dimostra una grande conoscenza del disegno.

Nelle illustrazioni che seguono la macchina fa da protagonista.

Battank

Waldemar Kazak

Big steam

Der Tod eines Pioniers, Morte di un pioniere

Titolo sconosciuto

Waldemar Kazak

Evening

Fly attack

Waldemar Kazak

Flyer and skeletons

Titolo sconosciuto

Waldemar Kazak

Titolo sconosciuto

Location for tank game

Nach Tibet

Postcard for friend

Waldemar Kazak

Titolo sconosciuto

Titolo sconosciuto

Fat Bitch

Aircar

Pink Car II

Di Waldemar Kazak si sa pochissimo, ma è presente su tutti i maggiori social media. Qui c’è il link al suo sito personale. Qui invece il link al profilo personale di Deviantart, una famosa comunità digitale di disegnatori, dove troverete anche una ricca carrellata di sue immagini che esulano dall’argomento strettamente fantastico della rubrica.

Vediamo qualche esempio di citazione in chiave fantastica, mitologica o fiabesca, e perfino fumettistica

Baba Yaga (Baba Yaga è un antichissimo personaggio della mitologia slava, soprattutto russa, una sorta di strega)

Golem

Good catch

Good fish

Waldemar Kazak

Mermaid

Waldemar Kazak

Русалка (Sirene)

Nell’immagine seguente è evidente la citazione a Gil Elvgren e alle sue pin up.

Waldemar Kazak

Тарифы на роуминг (Tariffe di roaming) (“Non nutrire”)

Witches

Waldemar Kazak

Titolo sconosciuto

Waldemar Kazak

Valkyrie

In quest’ultima illustrazione, invece, un esplicito riferimento al Rorschach di Alan Moore.

Waldemar Kazak

Rorschach & Girl

 

… e un paio di esempi di critica sociale.

Waldemar Kazak

The special kitchen magic

Waldemar Kazak

В голове у блондинки (Nella testa di una bionda) /  The moth (in secret room of cosmetic clinic)

 

L’arte dovrebbe essere originale. Certo tiene e deve tenere conto del passato, ma nell’atto artistico c’è una sintesi evolutiva che passa attraverso l’assimilazione e poi la rielaborazione personale. Qui avviene il miracolo: c’è arte quando si è prodotto qualcosa di nuovo. Appunto, originale.
Che non è la caratteristica propria della citazione.

 

Partecipa a Fantaimmagine! Spedisci alla mail writeclub@altrimondi.org un breve testo illustrativo di un artista che abbia rappresentato il fantastico e allega qualche immagine in buona risoluzione corredata da didascalia.

 

 

 

L'Autore

Tea C. Blanc

È comasca. Vive un po' a Como, un po' in Svizzera. Collabora ad alcune riviste, fra cui "Giornale Pop", webzine diretta da Sauro Pennacchioli, e "Andromeda - rivista di fantascienza", diretta da Alessandro Iascy. Ha pubblicato un racconto di genere fantastico con Edizioni Dell’Angelo, e altro è in preparazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *