Seleziona Pagina

120 SECONDI – CENTO PAROLE

120 SECONDI – CENTO PAROLE
Un drabble corrosivo di genere fantastico-fantascientifico scritto da Adriano Muzzi, che già avevamo letto nei due drabble Il muro e Specchi, e in un racconto dal titolo La rosa di Gerico.

Nella storia di oggi il protagonista è il tempo…

t.c.b.

 

120 secondi, di Adriano Muzzi

 

“Non ha risposto entro i due minuti? Dai, mi stai prendendo in giro…”
“No, ti giuro, è così. Non mi chiedere perché, ma è successo.”
“Forse un guasto?”
“No, hanno controllato: la notifica gli è arrivata correttamente. L’ha anche guardata, risulta dai registri del Grande-Smart-Phone.”
“Doppio apice blu?”
“Esatto, da non crederci!”
“Che sfrontatezza! A cosa è stato condannato?”
“È stato deciso di scollegarlo per un anno.”
“Scollegarlo?”
“Sì, no 9G, no iper-olo Wi-Fi.”
“Nooo, ma è una…”
“Sì, è una condanna a morte, non resisterà per più di qualche giorno.”
“Mi dispiace. Poveraccio.”
“Se l’è cercata però…”
“RIP.”

 

Questo racconto è World © di Adriano Muzzi. All rights reserved.

 

(Partecipa alla rubrica Drabble!
Segui questo link e spedisci un tuo breve racconto di cento parole)

 

L’immagine proviene da una delle carte fantastiche pubblicate
dal sito Mtg Cardsmith: “Hourglass of Entwined Fates

L'Autore

Tea C. Blanc

È comasca. Vive un po' a Como, un po' in Svizzera. Collabora ad alcune riviste, fra cui "Giornale Pop", webzine diretta da Sauro Pennacchioli, e "Andromeda - rivista di fantascienza", diretta da Alessandro Iascy. Ha pubblicato un racconto di genere fantastico con Edizioni Dell’Angelo e il romanzo dagli spunti fantascientifici “Mondotempo” (Watson Edizioni, collana Andromeda).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi la NewsLetter

Scrivi la tua email:

Prodotto da FeedBurner