Seleziona Pagina

Susanne Bier firma un horror

Susanne Bier firma un horror

Basato su un racconto di Josh Malerman la nota regista impegnata danese, Susanne Bier ha presentato al AFI Film Festival il suo ultimo film, ‘Bird Box’, una produzione Netflix interpretata tra gli altri Sandra Bullock, Trevante Rhodes, Jacki Weaver, Rosa Salazar, Tom Hollander, Colson Baker, BD Wong, Julian Edwards, Vivien Lyra Blair, Sarah Paulson e un John Malkovich assolutamente sopra le righe. La storia – sul modello di altre pellicole di genere come ‘A Quiet place’, ‘Lo Squalo’, ‘The Mist’ e ‘Venne il giorno’ – gioca sulla paura per qualcosa di apparentemente invisibile e inconoscibile che colpisce attraverso gli occhi e lo sguardo, portando al suicidio o alla trasformazione di una sorta di zombie fanatico e invasato che cerca di convincere i sopravvissuti ad aprire gli occhi (tenerli chiusi è apparentemente l’unico rimedio). Seppur il pubblico ha applaudito alla prima proiezione la critica è stata piuttosto severa sottolineandone tutte le mancanze e i difetti.

L'Autore

Sergio Giuffrida

Classe 1957, genovese di nascita, catanese d'origine e milanese d'adozione. Collabora alla nascita della fanzine critica universitaria 'Alternativa' di Giuseppe Caimmi, e successivamente alla rivista WOW con Franco Fossati e Luigi Bona. Dall'inizio degli anni Novanta è segretario del SNCCI (Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani), Gruppo Lombardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *