Seleziona Pagina

Space Force, dal 29 maggio è su Netflix

Space Force, dal 29 maggio è su Netflix

Space Force in TV, serie fantascientifica presentata a partire dal 29 maggio su Netflix ha ricevuto una tiepida accoglienza.

La comedy racconta di una nuova branca delle forze militari americana dedicata allo spazio. Lo spunto nasce da una serie a fumetti degli anni Cinquanta. La nuova serie TV Netflix prende l’idea del corpo militare dedicato alle esplorazioni spaziali e la trasforma in una leggera satira trumpiana. Tuttavia, la satira è in generale debole e il copione poco divertente, poco avventuroso, poco tutto!

L’accoglienza di Space Force non è stata dunque particolarmente favorevole, nonostante la presenza di star quali Steve Carell (che è anche uno dei co-ideatori della serie), Lisa Kudrow, John Malkovich e Fred Willard aggiuntosi all’ultimo in qualità di padre del personaggio di Carell. Il pubblico non  ha premiato l’uscita, forse anche complice la sfiducia nei confronti di Donald Trump, fautore nella realtà dell’iniziativa.

Come riporta Kronos:

Il Presidente degli Stati Uniti viene infatti menzionato spesso senza nominarlo, è una sorta di convitato di pietra che interviene attraverso tweet, messaggi personali e sottoposti che fanno la voce grossa al posto suo. Non mancano frecciatine anche allo stile della Ocasio Cortez e in generale a tutto lo spettro della società americana, che appare come una specie di gigante bolso gestito da personaggi discutibili che ormai segna il passo mentre le altre superpotenze, Cina in testa, sono già molti passi avanti e la Russia ruba i suoi segreti alla luce del sole e con la compiacenza di molti.

I dieci episodi prodotti andranno regolarmente in onda da fine maggio ad agosto sulla piattaforma di Netflix.

 

L'Autore

Sergio Giuffrida

Classe 1957, genovese di nascita, catanese d'origine e milanese d'adozione. Collabora alla nascita della fanzine critica universitaria 'Alternativa' di Giuseppe Caimmi, e successivamente alla rivista WOW con Franco Fossati e Luigi Bona. Dall'inizio degli anni Novanta è segretario del SNCCI (Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani), Gruppo Lombardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi la NewsLetter

Scrivi la tua email:

Prodotto da FeedBurner