Seleziona Pagina

Le prime reazioni a “Gli anelli del potere”

Le prime reazioni a “Gli anelli del potere”

Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere“, l’ambiziosa serie fantasy di Amazon Studios basata sulle opere dell’autore JRR Tolkien e, secondo quanto riferito, la serie televisiva più costosa mai realizzata, debutterà il 2 settembre su Amazon Prime Video.

Ma mentre l’embargo sociale si solleva, critici e fan che hanno visto i primi due episodi in anticipo si stanno riversando su Twitter per condividere le loro opinioni sull’attesissima serie.

Eric Francisco, sceneggiatore di film/TV senior di Inverse, ha salutato “Rings of Power” come “grande, audace e bello“, ma ha indicato l’incertezza sul fatto che la serie prequel “si potrebbe appoggiare” alla trilogia di film di Peter Jackson o “meritare il nome di Tolkien“.

I primi due episodi di #LordoftheRings #RingsofPower sono episodi spettacolari“, ha aggiunto Brandon Katz, giornalista televisivo senior di The Wrap. “La scala, la portata, l’ambizione e la grandiosità non hanno rivali in TV. Ha anche il laborioso compito di introdurre così tanto la costruzione del mondo necessaria che ci vuole un po’ per prendere il volo“.

Rodrigo Salem, giornalista di intrattenimento dell’outlet brasiliano Folha, ha scritto: “Rings of Power è un’esperienza cinematografica. In un mondo perfetto, lo guarderemmo su un grande schermo. È puro Tolkien eppure sembra molto legato ai film di Peter Jackson. Gli effetti sono fantastici, la recitazione è superba e il PROLOGO stesso eliminerà ogni possibile sensazione negativa che hai avuto.”

Devan Coggan, uno scrittore senior di Entertainment Weekly, ha condiviso su Twitter: “Ho visto i primi due episodi de “Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere” e sono una gioia totale. Guardarlo sembra di tornare nella Terra di Mezzo. Non vedo l’ora di vedere dove va a finire questa storia“.

Avendo visto i primi due episodi di #RingsOfPower, devo ammettere che sono rimasta sorpresa di quanto mi sia piaciuto“, ha scritto Stacy Lambe, senior editor di TV e streaming di Entertainment Tonight. “La serie prosperosa ed espansiva dà nuova vita al franchise. Ed è uno spettacolo che, secondo me, le persone apprezzeranno una volta che si lasceranno risucchiare dallo spettacolo.”

Ambientata migliaia di anni prima degli eventi de “Il Signore degli Anelli: La Compagnia degli Anelli” e “Lo Hobbit”, la serie si svolge durante la Seconda Era della Terra di Mezzo, che copre l’ascesa e la caduta di Númenor, il creazione degli anelli titolari e formazione dell’Ultima Alleanza. “The Rings of Power” reintroduce anche gli iconici personaggi del “Signore degli Anelli” come un giovane Galadriel (Morfydd Clark) ed Elrond (Robert Aramayo).

Insieme a Clark e Aramayo, il cast comprende Owain Arthur, Nazanin Boniadi, Tom Budge, Ismael Cruz Córdova, Ema Horvath, Markella Kavenagh, Joseph Mawle, Tyroe Muhafidin, Sophia Nomvete, Megan Richards, Dylan Smith, Charlie Vickers e Daniel Weyman.

Amazon Studios ha iniziato a sviluppare “The Rings of Power” nel 2017 nel tentativo di produrre contenuti più mainstream, spendendo 250 milioni di dollari per acquistare i diritti dalla proprietà di Tolkien. Il budget della serie per la sua prima stagione era di circa 465 milioni di dollari.

Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere” è diretto da JA Bayona, Wayne Che Yip e Charlotte Brändström.

Patrick McKay e JD Payne sono i responsabili di serie e i produttori esecutivi.

Sergio Giuffrida
+ posts

Classe 1957, genovese di nascita, catanese d'origine e milanese d'adozione. Collabora alla nascita della fanzine critica universitaria 'Alternativa' di Giuseppe Caimmi, e successivamente alla rivista WOW. Dai primi anni Novanta al novembre 2021 è stato segretario del SNCCI Gruppo Lombardo. Attualmente è nel board di direzione con Luigi Bona della Fondazione Franco Fossati e del WOW museo del fumetto, dell'illustrazione e del cinema d'animazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ricevi la NewsLetter

Scrivi la tua email:

Prodotto da FeedBurner