Seleziona Pagina

Storia in una riga

Storia in una riga

Scrivere una storia in una riga?
Pura fantascienza!
Giovanni Buzi

 

In verità non sono proprio racconti da una riga, ma quanto di più vicino si potrebbe trovare.
Il 2007 era ormai al crepuscolo e ci aspettavano ancora diverse settimane di lavorazione prima di poter pubblicare il primo glorioso numero della nuova stagione di Short Stories. Ci voleva un’idea per tenere desta l’attenzione dei naviganti e per tenere calmi tutti quelli che spasimavano per la curiosità di vedere realizzate le promesse che avevamo fatto.
Luca Oleastri, che in quanto a produrre idee non è secondo a nessuno, ha pensato quindi di lanciare un concorso di racconti veramente short, un concorso per vincere un mitica copia del leggendario n. 3 di Short Stories, che poi era anche il primo numero perché l’1 e il 2  erano fanzine ormai perse nel tempo.
Adesione immediata e divertita degli appassionati, di qualche big e forse anche di qualche curioso, che ha dato origine alla mini raccolta che qui presentiamo, che inizia con i vincitori e poi presenta tutti gli altri elaborati, divisi per generi. Una classificazione del tutto arbitraria ma che dà una certa suggestione sulle tendenze del pensiero fantastico degli italiani e che permette piacevoli confronti.
A mo’ di firma, abbiamo lasciato gli pseudonimi originali degli autori, che a volte sono interessanti e divertenti quanto i racconti stessi.
Il racconto di Giovanni Buzi invece lo abbiamo messo qui sopra,  in apertura, per ovvi motivi.
Ci fa piacere ora condividere queste perle con i lettori di Altrimondi, e leggendoli vedere quanta fantascienza è passata sotto i ponti.

Giorgio Sangiorgi

I vincitori

PRIMO CLASSIFICATO

Addio, amore. Ti lascio la mia faccia: è in soggiorno, accanto al PLQ-5.

Felicelisabetta

SECONDO CLASSIFICATO

Cosa vuol dire “chi siete”? E le altre piramidi che avevamo commissionato?

Physiquedurole

TERZO CLASSIFICATO

“Il teletrasporto andò in avaria durante la materializzazione molecolare su Betis VI. Era un grand’uomo e il suo funerale avvenne in 14.874 posti differenti.”

Hattorianzo

QUARTO CLASSIFICATO

Con una costola dell’uomo creò la donna. 24 ore al giorno per sette giorni alla settimana. Brutta la vita di un robot alla catena di montaggio.

Penzogi

QUINTO CLASSIFICATO

Mentre tutti guardavano le stelle, gli alieni arrivarono su un gommone dal mare.

Ilgrillo28

SESTO CLASSIFICATO

Conferenza sul clima al Cairo sospesa per neve.

Cymon79

 … E tutti gli altri volenterosi

Miniracconti sui viaggi spaziali

Quando superammo i confini dell’universo ci schiantammo contro un muro dipinto di nero.

Ranmeloni

Titolo: Exoarcheologia
Era il primo uomo a calcare il suolo di Marte. Dopo pochi passi inciampò. Guardò a terra e vide una grossa maschera metallica fare capolino tra la sabbia…

Aragorn83

Vagabondavo per l’iperspazio quando, ahimè, un express pirata mi trasse a bordo.

Palatioli

Eclisse a mezzogiorno. Astronavi nel cielo.

Andrea Borla

“Dopo un viaggio di trilioni di chilometri attraverso gli spazi siderali, finirono con l’atterrare proprio sul mio terrazzo… Ammaccando l’antenna parabolica. Addio partita!”

Michele Nigro

Miniracconti sul Tempo

L’alba s’ingrigì plumbea; avevo solo cinque secondi per prevenire Apocatastasi, la Singolarità Divoratrice di temp…”

Zorrokamikaze

… porale – Cosa? – Ho detto che siamo finiti in un loop spaziotem…

Surna

Il Cronoverme creato dai Rettiliani ingurgitò la Terra, facendola sparire dallo spazio e dal tempo.

Obifran

 

Miniracconti su robot e androidi

“Mamma, mi racconti una fiaba della buonanotte…?”, e la madre iniziò: “110100110010001001110…”

Ymillian

“So chi è stato”, disse, infine, sollevando lo sguardo verso il cyber-maggiordomo.

Damien77

Robot-Cola: scegli di bere con I.A.!

Dixit1

Il freddo robot in una notte stellata si sciolse d’amore per la sua amata.

Sissie

“Sono tornato, Padre Mio!” “Bene, ma ora ti occorre una buona revisione…”

Nino Salamone

Il ragazzo era morto una sera di settembre. Poi, una lunga attesa, prima di essere riparato.

Juni

“Cosa resterà di questi anni ‘80?… 2080!” Cantava un cyborg nel pub biotecnologico di Tycho.

Dottoreinniente

Cantami, o Diva, del cìbrido Achille l’ira funesta.

Darkyo

Menù del giorno: Nanonocciole su Wafer di silicio.

OcchiodiGatto

 

Miniracconti sociologici e di previsione

Guardai l’operato delle nanomacchine: finalmente ero identico a Brad Pitt! Come mio cugino, il mio vicino, la mia capoufficio…

Killerpig

Era tutto così improbabile che sembrava la normalità. Poi guardò l’orologio a celle emoatomico, e si accorse che effettivamente era la normalità.

Taniele

SPOT DEL 2018
Quest’anno alla tua piccola compra “Abortino”. Non piange, non ride, ma puzza e si decompone. In regalo un sacchetto di plastica trasparente e dodici clessidre.

Angelo Zabaglio

6000 d.C. L’uomo entrò nella caverna.

SiMbOlS

Black-out: nell’attimo in cui alzai la testa per guardarle, le stelle si spensero.

Solaria

 

Miniracconti sull’evoluzione

Papà, ma gli esseri umani sono realmente esistiti?

Stefyma

Il maestro dice che gli antenati pensavano fosse impossibile superare la velocità della luce, usavamo motori a scoppio e avevano rapporti sessuali… rapporti sessuali … uhmm… sembra interessante…

Ilnegro

No! Non premere quel pulsante! Potrebbero trasformarsi in umani…

Massimolang

 

Miniracconti sugli alieni

Notizia: Gli umani vogliono conquistare l’universo!
Il Capo Consiglio Universale Esseri Senzienti: Sciocchezze! Poi mi direte che sono intelligenti!

Serena Valentini

Nelle nostre divise rosse e bianche con lanugine d’ordinanza, ci manifestammo nelle loro case col contenitore del worm per Cygnus X-1: presi dalla tipica frenesia, aprirono l’involucro. Ora fluttuano là, infinitamente sospesi sul ciglio dell’orizzonte degli eventi.

Spaceciccia

Un mattino un barrito spaventoso mi svegliò. Era un gallo alieno.

Colinkapp

G: “Salvi! il missile deve aver trovato qualcosa sulla sua traiettoria”.
M: “Era un pianeta!”
G: “Abitato?”
M: “Solo bipedi poco evoluti, dice il computer.”

Narrastorie

L’astronave aliena atterrò all’ora di punta nella piazza della grande città. Nessuno ci fece caso!

Stillson

Sparai. Cadde, con il verso strano che facevano questi mostri, senza squame e con solo due braccia e due gambe.

Fraubluher

Mandarono i raggi secca-sperma e aspettarono, i nettuniani.

Progettop2

“No, non esistono gli alieni. E usa il tovagliolo, non pulirti la bocca coi tentacoli!”

Arushit

“Vengo da lontano, e vengo in pace!” – I cannoni risuonarono nell’aria.

Harussherlan

Le sue mani serravano: una il collo, l’altra l’arma, la terza il distintivo. Lo aveva catturato.

Giangelo

“Aiuto! Sono stato rapito dagli umani!!!”

Alaine

Scoop: «Sembrava troppo umano», rivela la moglie dell’extraterrestre.

Patrizia15

“Papà guarda: con Google Mars ho trovato delle Piramidi!”

Jommy

Alieni polverizzano Lampedusa: i CPT offrivano poco Spazio.

Anjin

Il presidente della Terra lesse il comunicato di guerra dei Lunatici: Abbiamo la luna storta.

Bartimesu88

Titolo “Weird War1”
Fu il Barone Rosso ad abbattere gli Zeppelin Marziani.

Abatestolto

Miniracconti cyberpunk

Aiuto! Gli emoticon voglion(-_-) conquis(O_O) la Ter(^_^)(^_^)(^_^)

Robype

Messaggio automatico – Attenzione! La Rete ha imparato a mentire!… bttzz… Questo messaggio è falso.

Spazio1999

Titolo: Figli degli anni ‘90
Click “Start” when you are ready to generate a new child.

Sihaya-chan

Contemplandosi allo specchio si trovò a chiedere a se stesso quale fosse realmente l’uomo e quale il suo simulacro.

Dafank

Mi sono connesso… all’eternità.

Pykmil

Tossine a lento rilascio su ogni mouse. “Facile!”, si disse, fissando quel suo mondo, ormai tutto per sé.

Iggaspe

“Per fixare il bug, il miglior metodo è randomizzare il pensiero.”

DavidSpezia

Miniracconti horror

Il gatto spense il diorama e finì di sgranocchiare il bambino

Gattasorniona

Quella volta il bacio fu diverso, le zanne gli graffiarono la lingua.

Mino Vitiello

“Dai, dammi una mano.” “Basta che poi me la rendi.”

Ashrat

Miniracconti poetici

La sua pelle cambiò colore mentre il sorriso paterno si masturbava in un ghigno malefico e impenitente.

SaraBibi

Scorre sabbia viola di corpi sciolti alla tempesta boreale.

Lightfly

Si spogliò di tutte le sue paure e si immerse nel liquido amniotico. Ora poteva rinascere.

Tomas13

C’era una Volta… Celeste.

Phoenicia

Ho ucciso la Donna Matita cancellandole il cuore, confessò l’Uomo Gomma.

Iburo

Soli distanti; soli, distanti.

Alecard

 

Miniracconti parareligiosi

Titolo: “Dio è morto – Un sequel per Fredric Brown”
– Dio esiste? – Adesso  sì. – L’applicazione si è chiusa inaspettatamente. –

Silvio Sosio

Stasera ho voglia di leggere” disse il Creatore. E luce fu.

Lops64

«Che schifo di pianeta… Come lo chiamiamo?» «Chiamiamolo Terra…»

Mjolneer

La seconda volta che venni inchiodato sulla croce impiegai un giorno in più per resuscitare.

CerryPotter

E il nono giorno l’uomo si sostituì a Dio. Così dal fango in cui era nato il primo cherian aprì i suoi tre occhi.

Xanderares

Chiuse gli occhi e fece l’amore con l’universo; li apre, sa di esserlo e ti guarderà.

Creali

Con l’abaco il signor Jacopus B. contava le stelle, fino a che venne l’alba. E le stelle sparirono dal cielo.

Logosnero

“Aspetta, mamma, lancio ancora questa biglia,” e anche la Terra cominciò a ruotare intorno al Sole.

FeriAlstor

Il professor Thomas era ateo, prima che l’esperimento lo rendesse Dio.

Tarazed

Solo un universale, stupido bip e i computer si spensero. Il Mondo finalmente comprese le tenebre.

Hardmount

Tenebre e abisso. Era l’ottavo giorno. Qualcosa non aveva funzionato a dovere.

Writer58

Miniracconti umoristici e trovate grafiche

Attenti! Stiamo finendo in un buco ner… o… ren ocub nu ni odnenif omaitS !itnettA

Franci3000

Se state leggendo questo messaggio significa che state per __________

Timelord

L’ultima invenzione: 1101100101101101012…

Piscu

… Aiuto…

Ioechivuole

E=1/mc^2

Bloodonblood

 

Miniparadossi

Nel 2131 il mondo si capovolse… Da quel giorno tutto cominciò ad andarmi dritto.

Sandro Pellerito

Sull’alba del nuovo giorno calò repentino il tramonto.

Dragogrog

È da molto che pensate di non essere ancora morti?

IceKent

Titolo: Il crollo della Galassia Centrale
Crolla la Galassia Centrale. «Stavolta non c’entro nulla!» dichiara Isaac Asimov.

Egagenius

Titolo: Abiura
“Eppur si muove.”

AndreaPE

Poi… mi vidi nello specchio, specchiarmi in un’altro specchio, in un’altro… in un’altro…

Spfxman

Era nato 100 anni fa. Ormai bebè, si chiese cosa sarebbe accaduto dopo l’ingresso nell’utero.

Scirea83

Fissavo atterrito quel sole abbagliante, la lente del microscopio.

Vittoriana

“Furono gli scacchi a prevalere; Mi ritrovai pedone per tutta la vita.”

DavideAndre

Minisviolinate (che ci fanno piacere)

Galaxynet news, 1° gennaio 2209: Oggi Short Stories festeggia il bicentenario con il 2400° numero.

Fiskardo

Storia in una riga

L’astronave nella bottiglia è di Giorgio Sangiorgi.

Giorgio Sangiorgi
+ posts

Sangiorgi lavora e vive a Bologna. Dopo un esordio nel campo del fumetto, ha vinto alcuni premi letterari locali per poi diventare uno degli autori e dei saggisti della Perseo Libri Il suo libro "La foresta dei sogni perduti" ha avuto un buon successo di pubblico. Ora pubblica quasi esclusivamente in digitale e alcuni suoi racconti sono stati tradotti e pubblicati in Francia e Spagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ricevi la NewsLetter

Scrivi la tua email:

Prodotto da FeedBurner