Seleziona Pagina

LA MIA NONNINA – CENTO PAROLE

LA MIA NONNINA – CENTO PAROLE
Di Giuseppe Di Faustino abbiamo già letto altri drabble (anche un paio di racconti), a cominciare dal primo, AndroRobotmachia, che uscì all’inizio del 2019, un istante prima che i già precari equilibri terrestri andassero in crash.

Nella microstoria che segue, dopo due anni, si alza il velo su un risvolto interessante…

t.c.b.

 

 

La mia nonnina, di Giuseppe Di Faustino

Londra, 12 maggio 2051.
«Lo confido a te, Alexa, tanto nessuno mi crederebbe.»
«Dimmi pure.»
«Sai, sospettavo che qualcosa di innaturale fosse all’opera ma, cazzo, questo è incredibile!»
«Cosa?»
«Ieri a Sbattingham Palace, un anello è caduto dal dito della Regina. Beh, mi sono chinato per raccoglierlo ma con forza brutale lei mi ha scagliato via contro il muro, come un fuscello!»
«Sorprendente.»
«“È mio, il mio tessoro!”, mi ha urlato in faccia! Giuro, non appena mi tolgono il gesso al braccio la faccio secca! Fottuta nonnina Elizzabetta! Voglio quella corona…e l’Unico Anello! Buona notte Alexa.»
«Buona notte…Principe Williham!”»

Il racconto La mia nonnina” è World © di Giuseppe Di Faustino. All rights reserved.

 

(Segui questo link e spedisci un tuo breve racconto fantastico di cento parole)

 

 

La mia nonnina, di Giuseppe Di Faustino

Nell’immagine, illustrazione dal gioco di ruolo Luxastra, campagna RPG di Pathfinde (Il banchetto della strega)

L'Autore

Tea C. Blanc

È comasca. Vive un po' a Como, un po' in Svizzera. Collabora ad alcune riviste, fra cui "Giornale Pop", webzine diretta da Sauro Pennacchioli, e "Andromeda - rivista di fantascienza", diretta da Alessandro Iascy. Ha pubblicato un racconto di genere fantastico con Edizioni Dell’Angelo e il romanzo dagli spunti fantascientifici “Mondotempo” (Watson Edizioni, collana Andromeda).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi la NewsLetter

Scrivi la tua email:

Prodotto da FeedBurner