Seleziona Pagina

IL LUNA PARK, CENTO PAROLE

IL LUNA PARK, CENTO PAROLE

Con “Il luna park” inauguriamo una nuova rubrica, denominata Drabble.

Il luna park

GIORNALE DEL SECOLO, 23 marzo 3100
Da oggi tutta la Terra ha una tecnologia completamente automatizzata!!!

È Natale. Sta nevicando. Per la decima volta l’androide gli passa le palline. Stavolta riesce a colpire l’orso. Esulta, e si allontana abbracciando il pupazzo in premio.
Si avvia verso la ruota panoramica che gira maestosa e sfavillante di colori, ma poi cambia idea. Sull’ottovolante non ci va da ieri; al botteghino un altro androide gli sistema, servizievole, il blocco di sicurezza del sedile.
L’ottovolante parte, eccitante, e l’ultimo essere umano della Terra urla e ride, urla. Piange e ride. Urla.

 

Questo racconto è World © di Tea C. Blanc. All rights reserved.

L'Autore

Tea C. Blanc

È comasca. Vive un po' a Como, un po' in Svizzera. Collabora ad alcune riviste, fra cui "Giornale Pop", webzine diretta da Sauro Pennacchioli, e "Andromeda - rivista di fantascienza", diretta da Alessandro Iascy. Ha pubblicato un racconto di genere fantastico con Edizioni Dell’Angelo e il romanzo dagli spunti fantascientifici “Mondotempo” (Watson Edizioni, collana Andromeda).

4 Commenti

  1. Sergio Giuffrida

    Tea veramente bello!

  2. Tea C. Blanc

    Grazie, Sergio! Gentilissimo 🙂

  3. Avatar

    Toccante e incisivo. Difficile farlo in cento parole… ognuna ha il suo peso specifico. Tutto è dosato sapientemente. Brava!

  4. Tea C. Blanc

    Grazie, Paolo! Ne sono felice. Buona giornata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi la NewsLetter

Scrivi la tua email:

Prodotto da FeedBurner