Seleziona Pagina

Dragonesse a Milano

Dragonesse a Milano

Dragonesse, Monumenti e Acque del Passato a Milano è il titolo dell’incontro che si svolgerà venerdì 30 novembre alle 18,00 all’Urban Center Milano presso la Galleria Vittorio Emanuele II (angolo Piazza della Scala) per presentare il volume ‘Milano La città delle Dragonesse’.

Si tratta di una particolarissima guida turistica dedicata a un viaggio spettacolare attraverso una Milano mai immaginata con delle guide d’eccezione: le Dragonesse tornate dal lago Gerundo per ritrovare la loro città, la Medhelan dei Celti e la Mediolanum dei Romani, abbandonata da secoli.

Tra fantasia e realtà, grazie alle splendide tavole a colori di Frantz Gauviniere, il lettore scoprirà 47 luoghi, alcuni noti, altri sconosciuti ai più, magici e unici, ricchi di storia e tradizione, evocativi di un antico passato.

La città delle Dragonesse è una guida creata per chi vuole riscoprire le sue radici, che quando sono profonde non gelano, e fare tesoro del suo passato.

Introduce l’incontro Alfredo Spaggiari (Responsabile di Urban Center Milano) mentre i relatori sono: Frantz Gauviniere (artista, illustratore), Riccardo Mazzoni (Excalibur Lab), Gianluca Padovan, veronese classe 1959, speleologo, scrittore, storico e presidente dell’Associazione Speleologia Cavità Artificiali Milano. Quest’ultimo, cofondatore della Federazione Nazionale Cavità Artificiali, ha promosso a livello internazionale la nuova disciplina Archeologia del Sottosuolo. (Associazione S.C.A.M. – F.N.C.A.). E infine, tra i relatori Chiara Salanti (MilanoGuida).

L'Autore

Sergio Giuffrida

Classe 1957, genovese di nascita, catanese d'origine e milanese d'adozione. Collabora alla nascita della fanzine critica universitaria 'Alternativa' di Giuseppe Caimmi, e successivamente alla rivista WOW con Franco Fossati e Luigi Bona. Dall'inizio degli anni Novanta è segretario del SNCCI (Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani), Gruppo Lombardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *