Seleziona Pagina

BEOWULF – CENTO PAROLE

BEOWULF – CENTO PAROLE
Il drabble di oggi è stato scritto da Luigi De Palo, laureato in Lettere con specializzazione in archivistica. Lettura, scrittura e videogiochi sono le passioni che lo animano.

Nelle seguente, “fantastica” microstoria, la scena si apre sulle gesta del giovane Beowulf, nipote del re dei Geati e uccisore dei mostri che infestavano la dimora del re danese Hrothgar…

t.c.b.

 

 

 

Beowulf, di Luigi De Palo

Beowulf era stremato, in ginocchio e completamente coperto di sangue. Era uscito vittorioso dal combattimento contro l’elfo. C’erano volute più di venti ore, ma grazie alla spada leggendaria ottenuta poco prima era riuscito nell’impresa.

Luca poté finalmente spegnere la playstation, quanto era passato dall’ultima volta? Fuori era buio pesto, ma non gli interessava.
Sul tavolo vide un biglietto di sua moglie. Diceva di non poter più vivere con un ludopatico, se ne andava da sua madre. Luca si mise a ridere, cazzo potevano saperne le donne! Riprese il joystick e ritornò a essere l’eroico Beowulf.

 

 

Il racconto Beowulf” è World © di Luigi De Palo. All rights reserved.

 

(Segui questo link e spedisci un tuo breve racconto fantastico di cento parole)

 

 

Beowulf, in una tavola del disegnatore cileno Genzoman

 

 

 

L'Autore

Tea C. Blanc

È comasca. Vive un po' a Como, un po' in Svizzera. Collabora ad alcune riviste, fra cui "Giornale Pop", webzine diretta da Sauro Pennacchioli, e "Andromeda - rivista di fantascienza", diretta da Alessandro Iascy. Ha pubblicato un racconto di genere fantastico con Edizioni Dell’Angelo e il romanzo dagli spunti fantascientifici “Mondotempo” (Watson Edizioni, collana Andromeda).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi la NewsLetter

Scrivi la tua email:

Prodotto da FeedBurner