Seleziona Pagina

PREACHER CHIUDE CON LA QUARTA STAGIONE

PREACHER CHIUDE CON LA QUARTA STAGIONE

È ufficiale, la AMC ha annunciato la decisione di chiudere, alla fine della quarta stagione, la serie horror Preacher, basata sul duro e intrigante fumetto di Garth Ennis e Steve Dillon.

Sullo sfondo del Texas, Preacher racconta con dovizia di momenti splatter e gore la perigliosa odissea per ritrovare Dio, scomparso misteriosamente dal paradiso, da parte di un singolare predicatore, Jesse Custer (Dominc Cooper), posseduto da un’entità fuggita dall’inferno. Ad accompagnarlo nell’impresa ci sono la sua ex-fidanzata Tulip (Ruth Negga), dal passato turbolento e disastrato, e l’amico vampiro irlandese Cassidy (Joseph Gilgun). Un viaggio ricco di sorprese e colpi di scena al cui interno s’inserisce una sorta di conflitto cosmico tra le forze del Paradiso, quelle dell’Inferno e tutto ciò che vi sta in mezzo!

Nell’annunciare la news via Instagram, il curatore e produttore esecutivo Seth Rogen ha scritto: “Sta arrivando la quarta e ultima stagione. È stata una corsa selvaggia e sfrenata. Grazie a tutti coloro che ci hanno seguito!” Rogen ha anche rivelato che la stagione finale sarà presentata in anteprima il prossimo 8 agosto.

La news arriva a pochi giorni di distanza dalla notizia che la Rogen’s Point Gray Pictures ha firmato un accordo di produzione multipiattaforma con Lionsgate, in uscita da Sony Pictures TV. Proprio quest’ultima era co-produttrice della serie sviluppata da Rogen e Evan Goldberg insieme ad AMC e con Sam Catlin quale showrunner. Al momento non è previsto alcun piano di recupero del prodotto da parte di compagnie terze.

L'Autore

Sergio Giuffrida

Classe 1957, genovese di nascita, catanese d'origine e milanese d'adozione. Collabora alla nascita della fanzine critica universitaria 'Alternativa' di Giuseppe Caimmi, e successivamente alla rivista WOW con Franco Fossati e Luigi Bona. Dall'inizio degli anni Novanta è segretario del SNCCI (Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani), Gruppo Lombardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *