Seleziona Pagina

DAL FILM AL LIBRO: LA NOVELLIZZAZIONE

DAL FILM AL LIBRO: LA NOVELLIZZAZIONE

Vieni al cinema a vedere un film?
– Hmm, no, aspetto che esca il libro per leggerlo…

[sentita in un episodio della serie televisiva M*A*S*H]


Fin dalla sua nascita il cinema è andato a braccetto con la letteratura. Le trasposizioni cinematografiche di romanzi e racconti più o meno famosi ormai non si contano più, andando ad alimentare quell’ozioso dibattito se sia meglio il film o l’opera da cui è tratto.

NovellizzazioneCome tutti gli appassionati di cinema sanno, esistono anche i romanzi tratti da film. Si tratta di trasposizioni letterarie di un’opera nata per il cinema. Paradossalmente, non di rado succede che si faccia la novelization di un film tratto a sua volta da un romanzo. Ad esempio, dal film La cosa di John Carpenter, tratto dal racconto di John W. Campbell La cosa da un altro mondo, è stato realizzato un romanzo scritto dallo specialista del genere Alan Dean Foster. Viene da chiedersi perché una persona dovrebbe andare a leggere una trasposizione di un anonimo scrittore, invece che il capolavoro originale scritto da uno dei maestri della fantascienza?

La pratica della trasposizione letteraria è diffusa soprattutto in America, dove il lancio di un film è un evento multimediale accompagnato dalla contemporanea uscita di libri, fumetti, CD con la colonna sonora, videogiochi, eccetera. La novelization può essere considerata quindi alla stregua del resto del merchandise creato al solo scopo di arrotondare i proventi del film.

Questi romanzi vengono scritti spesso in contemporanea alla lavorazione del film e si basano più sulla sceneggiatura di partenza che sul film fatto e finito. Per questo motivo la trama di una novelization può risultare molto diversa da quella del film, anche perché capita non di rado che, durante la lavorazione di un film, per varie ragioni i registi si trovino a dover allontanarsi dalla traccia della sceneggiatura.

Star Trek: generazioniRispetto ai film, quindi, possono offrire un maggiore approfondimento dei personaggi di contorno e dei passaggi che non hanno trovato posto nella pellicola per motivi di budget o per la non disponibilità di qualche attore. Ad esempio, nel romanzo tratto da Star Trek: Generazioni (scritto da J. M. Dillard, 1994) c’è un capitolo con i personaggi di Spock e del dottor McCoy, assenti nel film perché gli attori che li interpretavano (Leonard Nimoy e DeForest Kelley) giudicarono i loro ruoli troppo marginali ai fini della narrazione e non vollero prendervi parte.

Novellizzazione

Uno dei primi esempi di “romanzamento”, reperibile anche in Italia, è quello riguardante il film del 1933 King Kong. Il libro, attribuito al famoso scrittore britannico Edgar Wallace, fu in realtà scritto sulla base della sceneggiatura originale del film da tale Delos W. Lovelace. Wallace, sommerso dai debiti, fu inizialmente coinvolto nel progetto, ma morì prima dell’uscita del film. Il suo nome fu messo in copertina solo per motivi di marketing.

Anche grandi autori sono stati coinvolti in questo genere di operazioni. Famoso è il caso del romanzo di Arthur C. Clarke 2001: odissea nello spazio. La storia venne sviluppata in accordo col regista Stanley Kubrick, in contemporanea alla 2001: odissea nello spaziostesura della sceneggiatura e alla lavorazione del film, tanto che non si può parlare di una novellizzazione vera e propria. Le due opere presentano in alcuni punti notevoli differenze, la più eclatante nella destinazione della nave spaziale Discovery, Giove nel film, Saturno nel romanzo, sede abbandonata per difficoltà tecniche nella rappresentazione del gigante anellato. Clarke, inoltre, fornisce al lettore molte più informazioni e spiegazioni rispetto alla pellicola. Kubrick, infatti, tagliò diversi passaggi durante le riprese, rendendo la pellicola molto più criptica e affascinante della trasposizione letteraria.

Anche il romanzo tratto dall’altrettanto criptico Fase IV- Distruzione Terra (1974) di Barry N. Malzberg è più esplicativo rispetto al film e fornisce un suggerimento di quella che dovevano essere le scene finali tagliate in fase di montaggio.

Quello di 2001: odissea nello spazio è uno dei rari casi (ma non unici) in cui la realizzazione della trasposizione avvenne di comune accordo tra regista e scrittore (tra l’altro, anche autore del racconto ispiratore del film, La sentinella). Nella maggior arte degli altri casi, invece, i grandi autori furono coinvolti solo con la promessa di lauti ingaggi.

NovellizzazioneAltro autore importante che si cimentò nella trasposizione letteraria di un film fu Isaac Asimov con Viaggio Allucinante (Fantastic Voyage, 1966). L’autore, però, non rimase particolarmente soddisfatto del suo lavoro e ciò lo portò a scrivere un secondo romanzo sull’argomento, più accurato dal punto di vista scientifico: Destinazione cervello (Fantastic Voyage II: Destination Brain, 1987).

In operazioni del genere furono impegnati anche altri scrittori di best seller di grosso calibro. Ricordiamo, a titolo d’esempio, Dean R. Koontz, (Il tunnel dell’orrore, 1980), Chelsea Quinn Yarbro (Morti e sepolti, 1981) e Orson Scott Card (Abyss, 1989). Curiosa poi la scelta di far romanzare a Terry Brooks, famoso autore americano di fantasy, un film di fantascienza come Star Wars – Episodio I: la minaccia fantasma (1999), quasi a voler dar ragione a chi afferma che Guerre Stellari sia fantasy piuttosto che science fiction.Novelization

Alcune volte, sono i registi stessi o i produttori a realizzare le trasposizioni letterarie dei propri film (o perlomeno, ad apporre la firma sul libro…). Il regista John Boorman, per esempio, e il suo co-sceneggiatore Bill Stairs scrissero la novelization di Zardoz (1972) di cui potete leggere in questo precedente articolo. Altri esempi sono le novellizzazioni de  Il presagio (Omen, 1976) di David Seltzer sceneggiatore del film di Richard Donner, e di Star Trek – Il film (Star Trek: The Motion Picture, 1979), realizzata invece da Gene Roddenberry, creatore del fortunato frachise e produttore della pellicola.

Esistono scrittori che si sono specializzati in questo genere di produzione. Alcuni dei più prolifici sono il già citato Alan Dean Foster (sue le trasposizioni di film della saga di Alien, Guerre stellari, La cosa, Starman, Alien Nation e Transformers) e S. D. Perry (Virus e Inception).

novellizzazioni

Sono in molti, per certi versi a ragione, a non dare dignità letteraria a questi romanzi, giudicandoli alla stregua dell’oggettistica varia (merchandise, appunto) legata ai film di maggior successo. Tullio Kezich, noto critico cinematografico, scrisse a proposito dei resoconti affabulati di un film, come li definiva lui, su Il corriere della sera, dove disse:

Rifletto con rammarico sulle fatiche inutili della signora Leonore Fleischer, che ha compilato le 222 pagine del non-libro Eroe per caso tratto dalla sceneggiatura di David Webb Peoples per il film con Dustin Hoffman, sull’ulteriore spreco d’energie di Simona Ferrari che l’ha tradotto per Longanesi: non sarebbe più saggio applicare sforzi e talenti a scopi validi?

È possibile che abbia ragione ma, senza voler apparire impertinente, forse il compianto critico quando scrisse queste parole non tenne conto del fatto che ognuna delle persone nominate applica i propri sforzi e talenti in ciò che ritiene valido per sé stessa, piuttosto che per alzare di qualche tacca il livello culturale-artistico mondiale, sempre ammesso che queste opere non abbiano comunque un loro valore.

L'Autore

Roberto Azzara

(Caltagirone, 1970). Grande appassionato di cinema fantastico, all'età di sette anni vide in un semivuoto cinema di paese il capolavoro di Stanley Kubrick “2001: odissea nello spazio”. Seme che è da poco germogliato con la pubblicazione del saggio “La fantascienza cinematografia-La seconda età dell’oro”, suo esordio editoriale. Vive e lavora a Pavia dove, tra le altre cose, gestisce il gruppo Facebook “La biblioteca del cinefilo”, dedicato alle pubblicazioni, cartacee e digitali, che parlano di cinema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi la NewsLetter

Scrivi la tua email:

Prodotto da FeedBurner