Con i suoi 8 miliardi e 870 milioni di dollari di incasso e un tasso di crescita del 9% nel 2018 rispetto all’anno precedente, il domestic box office cinese è salito al secondo posto nel panorama mondiale dietro al mercato nordamericano.

A differenza di altre nazioni, è il comparto della produzione interna a centrare la maggioranza degli incassi con il 62%, pari a 5 miliardi e 530 milioni di dollari, e ben 1082 pellicole prodotte e distribuite contro le 970 dell’anno precedente.

Non a caso le prime tre opere in classifica, tutte di genere action giallo-fantasticientifico come Operation Red Sea (vedi foto d’apertura), Detective Chinatown 2 e Dying to Survive, hanno alzato il 17% del totale.

Secondo gli analisti, sarà il 2019 l’anno del definitivo sorpasso sugli Stati Uniti grazie anche a una vigorosa crescita delle sale locali.

Basti pensare che negli ultimi anni sono state inaugurate quasi diecimila nuove sale. Nel 2018 il top dei film stranieri al box office interno è stato Avengers: Infinity War con 349 milioni di incasso, anche se Acquaman che, con l’inizio d’anno ha superato i 300 milioni, è tutt’ora in programmazione.