Seleziona Pagina

Altri Mondi, Altri Viaggi

Altri Mondi, Altri Viaggi

Altri Mondi non ha nessuna intenzione di fermarsi, ma ha tutte le intenzioni di crescere e di modificarsi in meglio.

Prima di tutto vogliamo ricordare le nostre proposte sempre attive presso Cose da Altri Mondi:

  1. Drabble rubrica curata da Tea C. Blanc (writeclub@altrimondi.org)
  2. Twincipit, curati da Pierfrancesco Prosperi, Donato Altomare e Franco Giambalvo (redazione@altrimondi.org)

Oggi poi, vogliamo lanciare una nuova sfida a cui potranno partecipare tutti i lettori, come sempre.

La nuova iniziativa si intitola Le Sentinelle.

Si tratta di una proposta basata sulla scrittura di un racconto che sia il più breve possibile.

La richiesta è molto diversa da ciò che intendiamo con Drabble, o con Twincipit!

Qui non poniamo alcun limite al numero di parole, o di lettere: chiediamo semplicemente un racconto breve, brevissimo, che sia però completo, intrigante e di argomento fantastico, o di fantascienza.

Intendiamoci su questo apparentemente semplice concetto: poche parole, il meno possibile, ma tali da formare un vero, indimenticabile racconto completo (è una contraddizione in termini e per questo più intrigante).

Altrimondi, La sentinella di Fredric Brown

Fredric Brown

Il nome prende spunto da una interessante intuizione di Fabio Calabrese, che in un brevissimo saggio pubblicato su Nuove Vie, individuava tra le prove di scrittura più comuni presso i nuovi autori italiani di fantascienza, la tendenza a scrivere qualcosa che somigliasse al racconto La sentinella di Fredric Brown.

Centinaia di varianti del raccontino […] di Fredric Brown nel quale ci viene illustrato il punto di vista di un soldato che […] alla fine scopriamo essere una stravagante creatura aliena, mentre i mostri repellenti siamo noi esseri umani.”

Ovviamente la difficoltà è proprio qua: fare in modo che il racconto non sia una delle centinaia di varianti.

A questo proposito è bene precisare ulteriormente: non chiediamo necessariamente un racconto con sorpresa finale!  Come già detto chiediamo soltanto (e scusate se è poco) un racconto che stupisca. Ben scritto. Corto. Il più corto possibile.

Il pericolo, secondo noi, è di ricevere una sorta di riassunto di una idea. Uno spunto non sviluppato. Non fatelo!

Siamo molto curiosi.

Temiamo di dover leggere molte storie di modesta qualità, ma siamo molto fiduciosi di riuscire a trovare racconti validi, come quelli che solo Brown e pochi altri sono riusciti a scrivere. Ma certamente diversi: il più breve racconto completo e stupefacente di fantascienza, o di fantasia.

Dimenticate le limitazioni di Drabble e Twincipit: le due cose permettono tutto sommato di accettare delle eccezioni stilistiche.

Qui no! Deve essere un vero racconto. Deve essere tale da lasciare il segno. Deve essere tale da poter essere pubblicato in una antologia che qualche editore potrà progettare per il prossimo anno.

Come per i Twincipit, anche in questo caso la World SF Italia decide di intervenire e intende premiare il miglior racconto dell’anno solare a partire dal novembre 2021, fino a fine ottobre 2022, offrendo una iscrizione gratuita all’associazione World per tutto l’anno.

Il che, dovrebbe essere stimolante soprattutto per chi non fosse ancora iscritto come Autore italiano di fantascienza. Il premio è molto di più di un valore economico, tutto sommato modesto. Si tratta infatti del riconoscimento di essere un Autore!

Per potersi iscrivere alla World è necessario essere presentati da un socio e aver pubblicato qualcosa.

Il riconoscimento di miglior lavoro in questa sfida dà appunto diritto a essere riconosciuto come autore che abbia pubblicato, presentato direttamente dal Presidente della World SF Italia, Donato Altomare.

Del resto, anche gli Autori affermati non vorranno certo disdegnare questa possibilità.

Quando appariranno i primi racconti selezionati, potrà scattare la seconda parte del concorso: siamo in cerca di illustratori che possano inviare una loro interpretazione dei racconti pubblicati.

Anche in questo caso la World SF Italia propone un’iscrizione annuale gratuita al migliore autore.

Le illustrazioni pubblicate, a prescindere dal premio finale, potranno essere stampate in un volume a fine anno solare, assieme ai corrispondenti racconti e saranno così disponibili per le segnalazioni al premio Maurizio Carità.

Queste grandi iniziative si innestano in un cambiamento importante della redazione di Cose da Altri Mondi.

La più importante è che Vanni Mongini, il quale aveva dovuto sospendere la sua collaborazione per ragioni personali, oggi riprenderà il suo ruolo alla direzione e di questo siamo particolarmente felici.

Di questo ne è felice anche Pierfrancesco Prosperi che è intervenuto prontamente in aiuto per non creare discontinuità nella redazione e che, soprattutto, assumerà la responsabilità delle selezioni de Le Sentinelle! Pier sarà giudice unico e risponderà per questa attività esclusivamente alla mail:

sentinelle@altrimondi.org

Intanto diamo un caloroso saluto di bentornato a Vanni Mongini, che appena il prossimo giovedì saluterà personalmente i lettori con un articolo, spiegando meglio quali siano le sue speranze e le nuove iniziative.

Per concludere vogliamo riassumere i contatti delle tre iniziative.

Come si può vedere, i Twincipit sono giudicati dall’intera Redazione di Cose da Altri mondi, che da oggi comprende ovviamente anche Vanni Mongini.

  1. Drabble Tea C. Blanc (writeclub@altrimondi.org)
  2. Redazione & TwincipitVanni MonginiPierfrancesco Prosperi, Donato Altomare e Franco Giambalvo (redazione@altrimondi.org)
  3. Le sentinelle, Pierfrancesco Prosperi (sentinelle@altrimondi.org)

 

La mail di riferimento per qualsiasi altra richiesta al sito è
info@altrimondi.org

 

L'Autore

Franco Giambalvo

Appassionato di fantascienza credo da sempre, ma scoperto di esserlo in quarta elementare quando lo hanno portato a vedere "La Guerra dei Mondi" di Byron Haskin: era il 1953 e avrebbe compiuto nove anni in quell'autunno. In seguito ha potuto scrivere con l'aiuto di Vittorio Curtoni e ha pubblicato un romanzo, che al momento è stato del tutto ignorato, sia dagli Editori, sia dai lettori. Ma non si lamenta troppo: ama la fantascienza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi la NewsLetter

Scrivi la tua email:

Prodotto da FeedBurner