Seleziona Pagina

SmokeJumper

SmokeJumper

Scelti dal Direttore

 

Smokejumper è un racconto brevissimo scritto da quello stesso Giancarlo Manfredi che già ci ha regalato alcuni Drabble. Ora, sembrerebbe, che poco per volta si stia allungando nelle sue storie: noi siamo qui ad aspettarlo per il suo primo romanzo!

– Dima, sai cosa fare.
Dmitry prende il bicchiere di plastica, ne beve il contenuto, fa un gargarismo e lo risputa in una provetta.
– Doppio turno?
– Si, ho qualche spesa extra.
La dottoressa, oltre lo schermo di plexiglass sporco, lo osserva dubbiosa, poi guarda l’analizzatore.
– Sei pulito: niente virus.
Una firma sul display e Dmitry può raggiungere la sua squadra di smokejumper

Il vecchio elicottero MI-8 dell’Avialesookhrana sta sorvolando una distesa di conifere, lungo la sponda settentrionale della Lena.
– Ragazzi,  il CAMS ha rilevato un nuovo fronte di incendio ancora nelle prime fasi. Vediamo: 400° gradi celsius, combustione solida, solite emissioni gassose e particelle incombuste, niente vento al suolo… Chiudete le visiere dei caschi: effettueremo un aviolancio a bassa quota e a apertura immediata.

Una trincea antifiamme è stata predisposta, mentre la sottile linea incandescente del fuoco di contrasto, alimentato con pezzi di corteccia, sottrae nutrimento all’incendio originario.
La voce del caposquadra crepita alla radio: – Tutti al punto di raccolta per l’estrazione!
Ma Dmitry è rimasto indietro.

È stanco e non riesce a cambiare il filtro del suo respiratore. Pensa a sua figlia Zoya, e al costoso nuovo modello di casco digitale integrale della Apple che tanto desidera per andare a ballare in discoteca con i suoi amici senza il rischio di una contaminazione virale.
Già, questa pandemia che ha cambiato i rapporti sociali in tutto il mondo, si è diffusa anche in Jacuzia; proprio come il riscaldamento planetario sta ora incendiando le ultime foreste boreali.

Una serie di lampi riporta lo smokejumper alla realtà: in pochi minuti si è formato un pirocumulonembo che, direttamente dalla troposfera, genera potenti venti convettivi al suolo.
Dmitry sa che è ormai tardi per raggiungere la sua squadra e la salvezza: davanti a se vede un vortice di fuoco e il suo ultimo pensiero è che quell’orrido firenado somiglia proprio agli effetti luminosi che, nel fumo artificiale (ghiaccio secco e disinfettante) della pista da ballo, a Zoya piacciono così tanto…

 

 

L'Autore

Giancarlo Manfredi

Ha collaborato con le riviste Fondazione, Next e Living Force. Ha curato e prodotto l’antologia Wakati Ujao. Direttore dello storico sito WebTrek Italia, ha vinto, o è stato finalista di numerosi premi tra cui Jules Verne, Space Prophecy, Premio Italia, Cyber94, Galassia-Piacenza, Scheletri, Parole Volontarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi la NewsLetter

Scrivi la tua email:

Prodotto da FeedBurner