Seleziona Pagina

I FUTURISTICI DISEGNI DI FRANK RUDOLF PAUL – FANTAIMMAGINE

I FUTURISTICI DISEGNI DI FRANK RUDOLF PAUL – FANTAIMMAGINE
Il nuovo numero di Fantaimmagine proviene da un lettore il cui nome di battaglia è Pietro Ballio. Dopo aver visto un documentario sulla vita di Philip K. Dick, in lui si è scatenata la passione per la letteratura fantascientifica. Ultimamente la sua attenzione si è diretta verso i pulp magazine statunitensi d’inizio Ventesimo secolo, da cui è stato colpito “soprattutto per l’incredibile immaginazione degli artisti che ne curavano copertine e illustrazioni interne”.

Oggi ci parlerà di uno di questi illustratori pionieri.

t.c.b.

 

Frank Rudolph Paul, di Pietro Ballio

 

Frank Rudolph Paul può essere considerato uno dei padri della moderna Science Fiction Art. Nato a Radkersburg, nell’Impero austro-ungarico, nel 1884, dopo aver compiuto i suoi primi studi a Vienna, si trasferisce a Parigi e poi a New York, negli Stati Uniti. Formatosi come architetto, viene scoperto da Hugo Gernsback nel 1914, mentre lavorava per un giornale locale. Sarà lui l’artista che disegnerà le copertine e le illustrazioni interne del primo pulp magazine dedicato alla fantascienza, Amazing Stories.

Frank Rudolf Paul

Amazing Stories, Febbraio 1927

Amazing Stories, Agosto 1927

Frank Rudolf Paul

Science Wonder Stories, Settembre 1929

Il sodalizio con Gernsback continuerà anche sulle pagine di riviste come Science Wonder Stories, Air Wonder Stories, Wonder Stories, Science Fiction Plus.

Per il famoso editore progetterà più di 150 copertine.

Frank Rudolf Paul

Air Wonder Stories, Novembre 1929

Frank Rudolf Paul

Wonder Stories, Luglio 1934

Wonder Stories, Giugno 1935

Frank Rudolph Paul iniziò a disegnare quando era un bambino e, pur non avendo mai frequentato una vera e propria scuola d’arte, disegnava con estrema naturalezza.
La sua preparazione tecnica lo fece molto apprezzare (anche da importanti scrittori come Ray Bradbury) per le sue immaginifiche architetture futuristiche.
Nonostante la sua opera possa essere considerata primitiva nel tratto e grezza nella stesura del colore, l’importanza dei suoi lavori nell’evoluzione dell’iconografia fantascientifica non può essere disconosciuta.

Wonder Stories, Settembre 1935

Wonder Stories, Settembre 1935

Frank Rudolf Paul

Wonder Stories, Dicembre 1935

Science Fiction Plus, Dicembre 1953

Science Fiction Plus, Dicembre 1953

 

Testo e apparato iconografico a cura di Pietro Ballio.

 

Partecipa a Fantaimmagine! Spedisci alla mail writeclub@altrimondi.org un breve testo illustrativo di un artista che abbia rappresentato il fantastico e allega qualche immagine in buona risoluzione corredata da didascalia.

Per il carattere breve della rubrica, è consigliabile la scelta di un argomento specifico.

L'Autore

Tea C. Blanc

È comasca. Vive un po' a Como, un po' in Svizzera. Collabora ad alcune riviste, fra cui "Giornale Pop", webzine diretta da Sauro Pennacchioli, e "Andromeda - rivista di fantascienza", diretta da Alessandro Iascy. Ha pubblicato un racconto di genere fantastico con Edizioni Dell’Angelo e il romanzo dagli spunti fantascientifici “Mondotempo” (Watson Edizioni, collana Andromeda).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi la NewsLetter

Scrivi la tua email:

Prodotto da FeedBurner