Seleziona Pagina

GIUSEPPE FESTINO: ILLUSTRAZIONI DEDICATE A CINEMA E TV

GIUSEPPE FESTINO: ILLUSTRAZIONI DEDICATE A CINEMA E TV

Giuseppe Festino, il decano degli illustratori italiani, ha concesso un’intervista molto interessante sul suo operato in oltre 50 anni di attività, ad Alessandro Gamma di Cineocchio, che vogliamo condividere con i nostri lettori.

  1. Quando Luigi Cozzi propose in Italia la versione colorata di Godzilla, chiese a Festino di preparare un’illustrazione; quella che vedete è una di quelle. La tavola per Jurassic Park servì in seguito per una VHS con spezzoni di vecchi filmati con i dinosauri. Compiegato un libretto di interventi critici sui dinosauri al cinema, nel fumetto e nell’illustrazione, quest’ultima realizzata dal nostro Giuseppe.
  2. Oreste del Buono, direttore dei Gialli Mondadori, pur apprezzando l’illustrazione più cupa di Psycho, la ritenne troppo “forte” e quindi fu scelta la prima illustrazione in cui non si vedeva la madre cadavere, per il volume che conteneva i due romanzi di Robert Bloch.
  3. Michele Placido e Simona Cavallari, interpreti della serie televisiva La piovra, sono stati ritratti per la Stagione 4 (il numero 4 è evidenziato in una tavola) e furono proposte a Guida TV Mondadori, ma rimaste inedite.
  4. Il ritratto di Alain Delon, è stato eseguito per Bolero, probabilmente nel 1983, quando la Mondadori cedette Bolero al gruppo Parmalat.
  5. Non possiamo tralasciare la bellissima illustrazione realizzata per la riedizione, nel 1988,del romanzo IT di Stephen King.

Giuseppe Festino, in copertina, è stato fotografato con in mano due illustrazioni: una di Psycho e l’altra con i ritratti di personaggi di cronaca.

 

Da Psyco a La Piovra, passando per IT e Godzilla, possiamo mostrarvi  alcune opere originali realizzate nel corso degli anni e spesso rimaste inedite.

Classe 1943, Giuseppe Festino è probabilmente ricordato soprattutto da chi tra gli anni ’70 e ’80 leggeva con passione riviste di fantascienza come Robot e Alien e collane come I libri della paura e I libri di robot, per le quali ha realizzato innumerevoli illustrazioni e copertine, a colori e in bianco e nero.

Tuttavia, l’artista, nato a Castellammare di Stabia, ma milanese d’adozione, ha collaborato nel corso della sua longeva carriera anche con i periodici dell’Arnoldo Mondadori Editore, come Confidenze, Epoca, Zerouno, Giallo Mondadori, Segretissimo, Urania (subentrando per un breve periodo a Karel Thole) e persino a Topolino.

Ha lavorato anche alle copertine di svariate copertine e illustrazioni di settimanali molto diffusi, da Sorrisi e Canzoni TV a Telepiù, passando per Milano Finanza e Italia Oggi.

Abilissimo ritrattista, grande appassionato di fotografia e del lavoro di Kurt Caesar, Giuseppe Festino è anche uno dei pochi che davvero conosce – e ricorda benissimo peraltro nomi e date di un periodo artistico assai florido per l’illustrazione italiana, spesso però nebuloso perché non ‘catalogato’ a dovere al tempo.

Abbiamo avuto la possibilità di incontrarlo per una chiacchierata dopo aver scoperto per caso che aveva collaborato con Luigi Cozzi nel 1977 per la realizzazione di alcune illustrazioni per il lancio – in versione ricolorata appositamente – del primo storico film di Godzilla di Ishirō Honda, uscito poi regolarmente nei cinema (e ribattezzato dai fan ‘Cozzilla’). Il fatto è che, alla fine, i suoi lavori non vennero utilizzati, rimanendo pertanto ‘invisibili’ (per quanto ne sappiamo), ma uno di essi è ancora nella mani di Giuseppe Festino, che ce l’ha mostrato (lo trovate a fianco, cliccate per ingrandire), assieme ad altre chicche di cui probabilmente pochi sono a conoscenza.

Vi mostriamo quindi le immagini dei dipinti originali, tutti legati al mondo del cinema e della televisione (e spesso riconducibili alla sci-fi e all’horror), corredandoli di una breve descrizione sul come e quanto sono stati realizzati.

Oltre al Re dei mostri, dipinto in una tipica posa distruttiva, l’immagine del premio Oscar è relativa a un numero di Film TV dedicato ovviamente agli Academy Award, mentre il ritratto di Alain Delon è comparso all’interno della rivista Bolero negli anni ’80. Abbiamo poi tre illustrazioni – realizzate da Giuseppe Festino per Guida TV, ma rimaste inedite – dedicate alla fiction La Piovra, in cui si vede bene il Commissario Cattani di Michele Placido.

Probabilmente, almeno per i nostri lettori, i pezzi forti sono però altri. Si tratta di un’illustrazione enorme usata come copertina per una riedizione del 1988 del romanzo IT di Stephen King per l’editore Euroclub (nella quale, curiosamente, accanto al piccolo Georgie non c’è Pennywise), la copertina di Jurassic Time degli anni ’90, un’uscita da edicola con relativa VHS e relativo libretto con approfondimento dedicata ai dinosauri (ispirata, evidentemente, da Jurassic Park del 1993), e, dulcis in fundo, tre illustrazioni riservate a Psyco (Psycho), realizzate da Giuseppe Festino in occasione dell’uscita del libro che raccoglieva Psyco 1 e Psyco 2 di Robert Bloch per la collana Biblioteca del Giallo Mondadori nel 1982. La particolarità è che quella con la madre cadavere (non da sola), proposta per prima dall’artista, venne scartata perché ritenuta troppo ‘forte’!

Giuseppe Festino e i film

 

Articolo scritto da

L'Autore

Manuela Menci

Manuela Menci è nata a Firenze il 22 aprile 1952 e ha continuamente collaborato alle ricerche per i saggi del marito Giovanni Mongini. Con La Fantascienza su Internet, si è impegnata in prima persona nella ricerca dei cortometraggi, serial e film che appaiono nel volume pubblicato dalle Edizioni Della Vigna: una guida per tutti quegli appassionati di piccole rarità che cinema e TV non riescono a colmare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi la NewsLetter

Scrivi la tua email:

Prodotto da FeedBurner