Seleziona Pagina

ANTONIO RUBINO – FANTAIMMAGINE

ANTONIO RUBINO – FANTAIMMAGINE
Apre oggi una nuova rubrica, questa volta dedicata all’arte grafica: FantaImmagine.

In ogni numero si parlerà di un artista diverso, pittore disegnatore o illustratore, anche contemporaneo, che ha dato opere di rilievo in ambito fantastico di qualsiasi genere, dal fantascientifico al fantasy, dal fantastico puro all’orrorifico, o in altre commistioni.

La rubrica, come per Cento parole (che ora è in pausa in attesa di essere riaperta tra qualche mese), è aperta ai contributi dei lettori. In fondo alla pagina le informazioni per partecipare.

t.c.b.

 

Antonio Rubino

L’eclettico disegnatore sanremese Antonio Rubino (1880-1964), nella sua vasta produzione in cui si è distinto in molte attività arrivando perfino al cinema con dei cartoni animati, è stato anche precursore di storie a vignette in Italia.
Nelle sue opere non mancano esempi illustri di immaginario fantastico, ma anche strettamente fantascientifico, ai quali daremo uno sguardo.

Pippo Sizza aviatore (Bemporad, 1910) è il romanzo di un viaggio spaziale scritto dal pedagogista Giuseppe Fanciulli e illustrato da Rubino.

Antonio Rubino / Fanciulli: Pippo Sizza aviatore (1910), copertina

Viperetta, pubblicato dalla casa editrice Vitagliano nella collana “I Gioielli” nel 1920, racconta il viaggio iniziatico sulla Luna di una bambina che tenta di sfuggire ai gorghi di un mondo adulto che non le piace.

Rubino: Viperetta, 1910 (tavola interna)

Un altro capolavoro di immaginario fantastico sono i due volumi Tic e Tac (Vitagliano, 1920) e, l’anno successivo, il suo seguito: Tic e tac, ovverosia l’orologio di Pampalona.

La vicenda è ambientata in una fantasiosa e tecnologica città di Pampalona dove gli abitanti, per mantenersi giovani, fabbricano giocattoli. Ma un giorno i giocattoli si ribellano, stanchi dei soprusi dei bambini…

Rubino: Tic e Tac, 1920

È del 1923 una serie di storie a vignette pubblicata sul Corriere dei Piccoli dove sono descritte le avventure del professor Pomponio nella futuristica Città della Scienza, in cui compare quello che viene reputato il primo robot del fumetto italiano, Dinamello.

Rubino: una storia di Pomponio, Tito Tonto e Dinamello, apparsa sul Corriere dei Piccoli, N. 17 del 1923

Le cronache del futuro non vennero mai raccolte in un volume autoconclusivo né pubblicate, con dispiacere di Rubino. Lo ha fatto di recente l’editore viterbese Nuovi Equilibri, dando alle stampe l’intera raccolta sparsa con il titolo Fiabe del tempo futuro (2012), con l’aggiunta di alcune storie provenienti dall’archivio di famiglia.

Rubino: Fiabe del tempo futuro (Le cronache del futuro), pagine interne

L’ultima della sua serie a vignette pubblicata sul Corriere dei Piccoli tra il 1955 e il 1956 riporta storie ambientate in alcuni laboratori di una centrale atomica dove si muove lo scienziato Ilario Din. Una storia a lieto fine, in cui la potenziale forza distruttiva dell’energia atomica è messa al servizio del genere umano per scopi pacifici.

Di seguito una di queste narrazioni pubblicata dal Corriere dei Piccoli del 1 gennaio 1956.

Antonio Rubino, Corriere dei Piccoli del 1 gennaio 1956

Antonio Rubino, Corriere dei Piccoli del 1 gennaio 1956

Antonio Rubino, Corriere dei Piccoli del 1 gennaio 1956

Antonio Rubino, Corriere dei Piccoli del 1 gennaio 1956

Per un approfondimento sull’Artista, qui un mio articolo: Antonio Rubino, dai protofumetti alla fantascienza.

 

Per partecipare a FantaImmagine spedite alla mail writeclub@altrimondi.org un breve testo illustrativo dell’artista, con almeno 3, 4 o 5 immagini in buona risoluzione corredate di didascalia, in cui si riportano titolo dell’opera e anno di esecuzione, ed eventuale opera da cui provengono.

Scrivi a FantaImmagine!

 

L'Autore

Tea C. Blanc

È comasca. Vive un po' a Como, un po' in Svizzera. Collabora ad alcune riviste, fra cui "Giornale Pop", webzine diretta da Sauro Pennacchioli, e "Andromeda - rivista di fantascienza", diretta da Alessandro Iascy. Ha pubblicato un racconto di genere fantastico con Edizioni Dell’Angelo e il romanzo dagli spunti fantascientifici “Mondotempo” (Watson Edizioni, collana Andromeda).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi la NewsLetter

Scrivi la tua email:

Prodotto da FeedBurner