Seleziona Pagina

IL SEMAFORO – CENTO PAROLE

IL SEMAFORO – CENTO PAROLE

Oggi ci regala un drabble Marco Bizzarri, già autore di altri due microracconti pubblicati tempo fa: Prima visione e Reset.

La divertente storia di oggi è fantascientifica e si occupa di I.A., Intelligenza Artificiale. Nel particolare di logistica urbana…

t.c.b.

 

 

Il semaforo, di Marco Bizzarri

 

 

Tutti i semafori erano rossi ormai da venti minuti.
Mi guardai intorno e mi ritrovai immerso in un mare di veicoli di ogni foggia e dimensione, un ammasso di lamiere fumanti che amplificava il calore sprigionato dall’asfalto in pieno luglio.
Al pensiero del lavoro accumulato sulla scrivania si aggiunse, beffardo, il ricordo delle parole del sindaco alla presentazione dell’I.A. di ultima generazione che avrebbe gestito il traffico cittadino.
Poi tutti i semafori diventarono verdi all’unisono e seguì un gran botto. Alzai gli occhi e intravidi led multicolori farci l’occhiolino.
L’I.A. aveva raggiunto la singolarità e ci stava decisamente trollando.

 

 

Il racconto Il semaforo” è World © di Marco Bizzarri. All rights reserved.

 

(Segui questo link e spedisci un tuo breve racconto fantastico di cento parole)

 

 

Il semaforo, di Marco Bizzarri

Illustrazione del disegnatore Ivan Foresti, per la fiaba di Gianni Rodari “Il semaforo blu“.

L'Autore

Tea C. Blanc

È comasca. Vive un po' a Como, un po' in Svizzera. Collabora ad alcune riviste, fra cui "Giornale Pop", webzine diretta da Sauro Pennacchioli, e "Andromeda - rivista di fantascienza", diretta da Alessandro Iascy. Ha pubblicato un racconto di genere fantastico con Edizioni Dell’Angelo e il romanzo dagli spunti fantascientifici “Mondotempo” (Watson Edizioni, collana Andromeda).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi la NewsLetter

Scrivi la tua email:

Prodotto da FeedBurner