Seleziona Pagina

Roku acquisisce i diritti globali di oltre 75 programmi Quibi che trasmetterà gratis

Roku acquisisce i diritti globali di oltre 75 programmi Quibi che trasmetterà gratis

Roku ha acquisito i diritti per la maggior parte dei programmi originali del portfolio multimilionario di Quibi – più di 75 show in tutto – e li renderà disponibili per lo streaming gratuito nel 2021 sulla sua piattaforma.

A seguito della decisione di Quibi dello scorso ottobre di chiudere dopo non essere riuscita ad attrarre una base sostenibile di abbonati, Roku ha acquisito Quibi Holdings LLC, la società che detiene tutti i diritti di distribuzione dei contenuti di Quibi.

I termini finanziari del patto non sono stati resi noti ma una fonte vicina all’accordo ha detto che Roku pagherà circa 100 milioni di dollari in meno per la biblioteca Quibi, a conferma di un precedente rapporto del Wall Street Journal.

Rob Holmes, vicepresidente della programmazione di Roku, ha dichiarato in un’intervista: ‘Riteniamo che questo accordo rappresenti un grande valore.’

Holmes in un’intervista a Variety ha aggiunto: ‘Fondamentalmente, pensiamo che Quibi abbia creato contenuti fantastici e di alta qualità. È una grande proposta di valore per i nostri utenti […] Stiamo passando dal modello SVOD di Quibi a un modello supportato da pubblicità e questo tipo di contenuto nuovo e originale di solito non è disponibile gratuitamente’.

Roku sta ottenendo i diritti globali esclusivi per le serie sceneggiate, la programmazione alternativa e i documentari di Quibi con star come Idris Elba, Kevin Hart, Liam Hemsworth, Anna Kendrick, Nicole Richie, Chrissy Teigen e Lena Waithe.

Una decina e più programmi Quibi debutteranno per la prima volta sul Canale Roku. Questi includono ‘The Now’, una commedia di Peter Farrelly , e ‘Slugfest’, una docuserie basata sulla storia dei fumetti Marvel vs DC dei fratelli Russo .

Un altro show sarà ‘Spielberg’s After Dark’, una serie horror di Steven Spielberg (che originariamente era stata progettata per essere vista solo dopo il tramonto).

A Quibi, nonostante il suo rapido esaurimento, l’accordo servirà per recuperare parte del massiccio investimento fatto nei contenuti originali.

Fornirà anche uno sbocco su larga scala per gli spettacoli in seguito all’oscuramento dell’app Quibi di dicembre: Roku ha detto di avere più di 50 milioni di account attivi nel quarto trimestre del 2020 e il Canale Roku ha raggiunto le famiglie statunitensi con una stima di 61,8. milioni di persone nel quarto trimestre.

Il fondatore di Quibi Jeffrey Katzenberg ha dichiarato: ‘Le menti più creative e fantasiose di Hollywood hanno creato contenuti innovativi per Quibi che hanno superato le nostre aspettative. Siamo entusiasti che queste storie, dal surreale al sublime, abbiano trovato una nuova casa sul Canale Roku’.

Gli spettacoli di Quibi in arrivo sul canale Roku gratuito e supportato da pubblicità includono ‘Reno 911’, un revival della parodia della polizia di Comedy Central; il thriller distopico ‘Most Dangerous Game’ (ennesimo remake del celebre classico degli anni Trenta), con Liam Hemsworth e Christoph Waltz; la commedia dark ‘Flipped’ con Will Forte e Kaitlin Olson; il dramma sull’incidente aereo ‘Survive’, con Sophie Turner e Corey Hawkins; la commedia “Dummy”, interpretata da Anna Kendrick nei panni di una donna che fa amicizia con la bambola del sesso del suo ragazzo, e l’action ‘#FreeRayshawn’, un dramma poliziesco del produttore esecutivo Antoine Fuqua, per il quale Laurence Fishburne e Jasmine Cephas Jones hanno vinto entrambi gli Emmy Awards .

Quibi ha sostenuto alcune delle idee più originali e una narrazione inventiva, e sono molto orgogliosa di ciò che sono riuscita a creare per la piattaforma’, ha detto Veena Sud, creatrice, scrittrice, regista e produttrice esecutiva della serie di Quibi ‘The Stranger’. Un thriller psicologico sull’incontro di un giovane guidatore di passaggi in auto con un passeggero sulle colline di Hollywood. ‘Sono davvero entusiasta di poter condividere questo thriller con milioni di streamer sul canale Roku’.

Gli spettacoli di Quibi sono stati prodotti per la visione sui telefoni cellulari, ma Holmes ha specificato: “Pensiamo che funzioneranno molto bene sulla TV a grande schermo“.

Nell’accordo Roku non sono comprese la maggior parte delle notizie e dei programmi di lifestyle nella scaletta Daily Essentials di Quibi.

Holmes ha spiegato che Roku sta acquisendo i diritti di licenza di sette anni di Quibi per gli spettacoli.  Secondo gli accordi di Quibi con i produttori, due anni dopo la loro prima hanno il diritto di riassemblare gli episodi in film per la distribuzione su altre piattaforme.

Roku lancerà gli spettacoli Quibi inizialmente negli Stati Uniti, in Canada e nel Regno Unito (le regioni in cui è attualmente disponibile il Canale Roku).

Holmes non ha specificato quando verrà pubblicato il contenuto.

Holmes ha anche affermato che il patto per gli spettacoli di Quibi aumenterà il coinvolgimento con il canale Roku.

Agli oltre 75 programmi Quibi, che rappresentano diverse centinaia di ore di programmazione, si uniranno gli oltre 40.000 film e programmi TV gratuiti e 150 canali televisivi lineari gratuiti già disponibili sul canale Roku.

‘A un livello molto alto, sappiamo che i nostri utenti si impegnano in modo molto significativo con i contenuti gratuiti’. ha affermato Holmes

Quibi aveva raccolto 1,75 miliardi di dollari da finanziatori tra cui Disney, WarnerMedia, NBC Universal, Viacom CBS e Sony e, secondo quanto riferito, avrebbe detto agli investitori di voler restituire $ 350 milioni.

L’azienda, guidata da Katzenberg e dal CEO Meg Whitman. ha speso più di 6 milioni di dollari l’ora di contenuti prodotti su originali in formato breve.

La loro ipotesi – che non si è concretizzata durante la pandemia COVID-19 – era che i millennial avrebbero pagato $ 5- $ 8 al mese per guardare programmi costosi sui loro smartphone.

L'Autore

Sergio Giuffrida

Classe 1957, genovese di nascita, catanese d'origine e milanese d'adozione. Collabora alla nascita della fanzine critica universitaria 'Alternativa' di Giuseppe Caimmi, e successivamente alla rivista WOW con Franco Fossati e Luigi Bona. Dall'inizio degli anni Novanta è segretario del SNCCI (Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani), Gruppo Lombardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi la NewsLetter

Scrivi la tua email:

Prodotto da FeedBurner