Seleziona Pagina

ATRAGON MECHANIC DESIGN

ATRAGON MECHANIC DESIGN

atragon mechanic design kit

Il mondo modellistico ricopre molte categorie. Iniziamo il nostro viaggio di presentazione con il mitico Atragon.

Il kit della nipponica Fugjmi, ormai irreperibile in Italia se non nel mercato del collezionismo e ad alto prezzo, anche nel lontano Giappone risulta essere un pezzo ormai fuori produzione

Questo kit è il famoso Gohten-Go alias Atragon.
Si presenta in tre stampate, contenute in una busta di plastica.

Kit non eccezionale: richiede un buon impegno del modellista. L’assemblaggio dello scafo principale, ad esempio, necessita di una buona padronanza nell’uso dello stucco.

Gohten-Go alias Atragon

Gohten-Go alias Atragon

Gohten-Go alias Atragon

La stessa casa realizza un modello più particolareggiato contenente la punta perforante in alluminio più un certo numero di fotoincisioni. Questa versione permette una migliore realizzazione del super sommergibile.

atragon aftermark

atragon aftermarkPer un certo periodo, sul mercato si è trovato anche solo il cosiddetto aftermark, con solo la punta perforante e la lamina di fotoincisioni. Inutile dire che entrambe le scatole sono super esaurite.

Sempre della Fujimi il “Kaitei Gunkan”. Questo kit rappresenta l’Atragon all’interno della darsena sotterranea, prima del suo varo. Purtroppo per gli appassionati anche questo kit è esaurito, aspettiamo tutti con ansia una ristampa.

Comunque il  modello è stampato su plastica grigia e rossa, cosa che fa rabbrividire il modellista un po’ esperto. Ancora disponibile è il kit, venduto separatamente, per la miglioria delle strutture portuali. Nel kit di base sono particolarmente “orrende”.

atragon kit

atragon kit Questo materiale può ancora essere trovando navigando in Internet all’interno del sito di vendita e aste on line Ebay, soprattutto indicando come luogo di ricerca gli Usa e il Giappone.

Da un punto di vista modellistico, però, si può dire che le strutture portuali sia del kit di base che dell’aftermark non siano di buon livello. Una buona ricerca nell’ambito dei kit ferroviari, o ancora, una buona voglia e capacità potrebbero portare il modellista verso la completa autocostruzione.

Come kit veri e propri dedicati all’Atragon, purtroppo, la lista è terminata. Segnalo, però, la sua evoluzione in Super Atragon, dalla serie animata omonima.

Della Team Toys in scala 1/1000 il Super Atragon Ragoh.

Super Atragon Ragoh

Super Atragon Ragoh

Questo kit, molto dettagliato, è composto da parti in resina e fotoincisioni.

La scatola include un supporto. Il modello misura 40 centimetri di lunghezza, con istruzioni in giapponese.

Esiste tutta una serie di gadget, dagli economici Gaspon, prodotti principalmente dalla ditta Aoshima, che possono essere paragonati alle nostre sorpresine di antico ricordo contenute negli ovetti o nei distributori, alle statue di elevato valore artistico e monetario.

atragon gadget

È presente sul catalogo della casa Yamato una statua di Manda avvolta attorno all’Atragon alla cifra di ……. ( noi la omettiamo per correttezza).

Della Aoshima esiste un modello premontato completamente illuminato, con la punta perforante  rotante e tutta la parte superiore retrattile, come nella configurazione di volo che appare nel film.

atragon Aoshima

atragon Aoshima

È stato realizzato, nel trentennale della pellicola, un nuovo modello, potremmo definirlo die cast, della Sci-Fi Revoltech.

atragon Sci-Fi Revoltech

Bene, per questa volta è tutto. A risentirci alla prossima.


 Bibliografia

Parish, James Robert e Michael R. Pitts: The Great Science Fiction Pictures.
Peter H. Brothers: Mushroom Clouds and Mushroom Men: The Fantastic Cinema of Ishiro Honda
Stuart Galbraith IV, Yukari Fujii and Atsushi Sakahara: Monsters Are Attacking Tokyo!: The Incredible World of Japanese Fantasy Films
Clute, John London; Dorling Kindersley: Science Fiction: The Illustrated Encyclopedia
Giovanni Mongini Editore; Edizioni della Vigna: Science fiction all movies  enciclopedia della fantascienza per immagini
August Ragone; Eiji Tsuburaya: Master of Monsters: Defending the Earth with Ultraman and Godzilla
Keisuke Nemoto: Ino no gaka Komatsuzaki Shigeru: Zerosen kara Sandabado made : sono hito to gagyo no subete (Japanese Edition, edizione LE Gran Fantastique in lingua Francese)

L'Autore

Marco Ambrosio

Appassionato di fantascienza da sempre, ormai con i capelli bianchi, e che segue il mondo del fantastico, nella sua totalità, anzi, ancor prima di nascere. Crescendo trovava per casa gli albi Audacia, i fumetti di Alex Raymond, Urania ed altre testate dell’epoca. Varie collaborazioni con amici di fanzine, tra cui il compianto Riccardo Valla. Due anni fa, un grande incontro: a Volandia con Vanni Mongini, altra figura molto importante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *