Seleziona Pagina

SEQUEL IN ARRIVO PER THE HAUNTING OF HILL HOUSE

SEQUEL IN ARRIVO PER THE HAUNTING OF HILL HOUSE

Dopo i primi dieci episodi della prima stagione, la casa di produzione Netflix ha chiesto al creatore e sceneggiatore Mike Flanagan e al produttore esecutivo Trevor Macy di realizzare un sequel della serie The Haunting of Hill House che si intitolerà The Haunting of Bly Manor.

A differenza della prima serie, questa sarà tratta dall’opera di Henry James Il giro di vite (The Turn of the Screw, 1898). Lo show prevederà quindi un format stagionale antologico e un cast diversificato sull’esempio di altre serie horror come American Horror Story o Slasher.

La produzione ha debuttato con discreto successo nell’ottobre 2018 con la prima stagione ispirata al romanzo del 1959 L’incubo di Hill House, firmato dalla regina della ghost story Shirley Jackson.
La trama è quella di una classica storia di fantasmi dove, nella casa infestata più famosa d’America, una famiglia deve confrontarsi con i fantasmi veri o presunti del proprio passato in una alternanza di flashback e colpi di scena.

Flanagan e Macy sono bravissimi a creare un’atmosfera di tensione e assoluto terrore e siamo molto contenti di poter proseguire la partnership che anzi sarà ampliata anche ad altri progetti cinematografici e televisivi.” Così ha commentato la notizia Cindy Holland, vice presidente della Netflix e responsabile per i contenuti. Il prolifico duo infatti è da sempre molto attivo nel genere fantastico-horror. Tra i loro lavori ricordiamo Gerald’s Game, Oculus  e Before I Wake.
Al momento è in fase di post produzione per la Warner Doctor Sleep, l’adattamento dall’omonimo romanzo del 2013 di Stephen King che sarà diretto dallo stesso Flanagan e interpretato da Ewan McGregor e Rebecca Ferguson. L’uscita è prevista per il prossimo 8 ottobre.

L'Autore

Sergio Giuffrida

Classe 1957, genovese di nascita, catanese d'origine e milanese d'adozione. Collabora alla nascita della fanzine critica universitaria 'Alternativa' di Giuseppe Caimmi, e successivamente alla rivista WOW con Franco Fossati e Luigi Bona. Dall'inizio degli anni Novanta è segretario del SNCCI (Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani), Gruppo Lombardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *